Il nostro specialista di riferimento per questa branca è: in corso di definizione

L’oculistica,

anche dettaoftalmologia   o oftalmoiatria  è la branca della medicina che si occupa di prevenzione, diagnosi, riabilitazione e terapia sia medica che chirurgica delle malattie dell’apparato visivo, ossia dell’occhio e dei suoi annessi, della correzione dei vizi refrattivi (vizi di rifrazione o ametropia) e delle patologie visive correlate. Si tratta di una delle discipline mediche e chirurgiche più antiche (già nel Codice di Hammurabi più di 3600 anni fa furono promulgate regolamentazioni per operazioni agli occhi): viene praticata dal medico detto oculista, chiamato anche oftalmologo.

L’oculistica si occupa di malattie:

  • da categorizzare, come  il  glaucoma: subentra perlopiù con pressione oculare interna elevata (a rischio di cecità senza trattamento medico); e la  sindrome di Horner: tipica triade di miosi, blefaroptosi ed enoftalmo.
  • della retina:  daltonismo, emeralopia,  degenerazione maculare, distacco della retina, scotoma: riduzione del campo visivo (per cui la vista risulta cancellata in alcune aree) causata da lesioni delle vie ottiche dalla retina ai centri visivi corticali
  • del corpo vitreo: miodesopsia: visione di corpi mobili, sinchisi scintillante, sollevamento del corpo vitreo: noto come distacco del corpo vitreo, ha come sintomo frequente la visione di corpi mobili.
  • della cornea: distrofia corneale, infiammazione della cornea o cheratite, cheratocono: degenerazione corneale caratterizzata da un elevato astigmatismo irregolare che impedisce una buona visione. In casi estremi necessita del trapianto di cornea, xeroftalmia: rientrano sotto questo termine i quadri clinici delle dislacrimie che provocano secchezza oculare. Tipica insieme alla xerostomia della sindrome di Sjögren
  • dei vizi di rifrazione e patologie correlate: misurazione dell’acuità visiva e dei vizi refrattivi e loro correzione tramite la prescrizione di lenti appropriate nella forma di occhiali, lenti a contatto o mediante chirurgia refrattiva (ad esempio correzione della curvatura della cornea tramite laser ad eccimeri),
  • oppure tramite la saldatura di particolari lenti a contatto sulla cornea tramite particolari strumenti: miopia, iperopia o ipermetropia, astigmatismo, ambliopia, anisometria o anisometropia
  • del cristallino:lussazione del cristallino, cataratta: perdita di trasparenza del cristallino, afachia: assenza del cristallino,  presbiopia
  • della motilità oculare, oftalmologia pediatrica e strabismo:, sindrome di Brown, strabismo, paresi abducente